La storia della famiglia Maffey

Finalmente Melchiorre Guerriero
Dicembre 12, 2020
Giulio Cesare Capaccio
Novembre 24, 2021

La storia della famiglia Maffey.


Secondo scritture antiche, la famiglia Maffey discendeva dal ceppo dei Maffei/y volterrani, il casato dei Maffei/y deriva dalla Grecia, da un Principe Alfeo.
Il casato fu presente in Volterra già da molto prima del secolo 800 con cariche Consolari e dell'Ordine Equestre, ebbero Porpore e Toghe, membri della famiglia fecero diverse donazioni alla Cattedrale di Volterra, nel 850 fiorì un Maffeo, che secondo alcuni diede il nome alla famiglia Maffei, i discendenti di questo Maffeo si propagarono ampiamente, distinguendosi in armi, lettere, religione, arte, ecc. Dalle fortificazioni volterrane si apprende che nel 1016 il Console Fuccio Maffei governava la città di Volterra insieme ad altri tre Consoli, ognuno dei quali professava la legge secondo l'origine della propria famiglia, il Console Fuccio Maffei professava la legge Romana, i Maffei appartennero alle principali famiglie legate alla Santa Sede.
Vari Papi, per i servigi resi, conferirono loro l'onore di alzare le proprie armi gentilizie.
I Maffey fecero parte della curia romana alcuni dei quali furono Cardinali: altri Arcivescovi e Vescovi.
Il Papa Paolo V con breve pontificio, nel 1497 concesse a Francesco Maffey il titolo di Conte Palatino e Cavaliere Aurato per se e i suoi discendenti all'infinito.
I Maffei/y originari di Volterra, con Antonio Maffey, si stabilirono in Verona, dando più rami in più parti d'Italia dove a loro volta si trapiantarono.
Governarono la città di Bologna e tutta la provincia, anche per quest'ultimo, fu insignito da Papa Onorio III dei titoli di Conte Palatino e Cavaliere Aurato per se e i suoi discendenti all'infinito.
Nel 1274 i Maffey/i ancora presenti in Bologna, a causa delle lotte fra i guelfi e i ghibellini, dovettero abbandonare la città per rifugiarsi in Verona, dove sempre Antonio Maffey fu fatto Podestà di questa città.
La famiglia Maffei/y in Verona ebbe alte cariche e fu tra le famiglie nobili più in evidenza della città veneta.
Nel 1650 da Carlo Emanuele II di Savoia e successivamente da Maria Giovanna Battista di Savoia-Nemours, Giovanni Francesco Maffey ottenne per sé e per i suoi discendenti il titolo di marchese. I Maffey attraverso il corso della storia da Verona passarono in varie parti d'Italia, Francesco Maffey si stabili in Campania e più precisamente in Solofra.

MAFFEY DI CAMPAGNA


Con Lelio Maffey, figlio primogenito del conte Giulio, sindaco di Solofra, inizia la stirpe dei Maffey di Campagna. Lelio capitano di corazza spagnola al seguito del principe Torrecuso Caracciolo fu insediato Govenatore a Campagna con pieni poteri.
Infatti nel 1642 il feudo passava dai Grimaldi ai Caracciolo, in quanto il marchese Grimaldi nella guerra si schierò a favore della Francia, contro la Spagna.
Anna Maria Boninfante figlia di Francesco Antonio Boninfante e Vittoria Zappulli ,quest'ultima nata dal matrimonio di Geronimo Zappulli con Silvia Guerrieri, unica erede quindi delle vaste proprietà dei Boninfante e dei Guerrieri fu impalmata da Lelio Maffey accrescendone di moltissimo il già cospicuo patrimonio.

LO STEMMA DI FAMIGLIA


Lo stemma della famiglia Maffey/i è il cervo rampante. Papa Onorio III, in seguito, ai Maffei/y di Bologna che si rifugiarono in Verona, fece aggiungere allo stemma del cervo, tre sbarre dorate, mentre Papa Paolo V permise ai Maffey di alzare come, stemma un'aquila e un drago.
I Maffey alzarono l'aquila nera dei Pico della Mirandola.
Si aggiunse poi l'aquila nera del Regno di Sicilia in quanto tra i suoi uomini illustri, la famiglia Maffey annovera anche Annibale Maffey che fù Vice Re di sicilia dal 1713 al 1718 per nomina di Amedeo di Savoia per aver brillantemente condotto il trattato di Utrecht
I Maffey di Campagna

I Maffey di Campagna

AFFRESCO RIAPPARSO DURANTE UN RESTAURO NEL 1949 A SINISTRA LO STEMMA DEI MAFFEY A DESTRA QUELLO DEI GUERRIERO

AFFRESCO RIAPPARSO DURANTE UN RESTAURO NEL 1949 A SINISTRA LO STEMMA DEI MAFFEY A DESTRA QUELLO DEI GUERRIERO

ARCIDIACONO FRANCESCO M. MAFFEY

ARCIDIACONO FRANCESCO M. MAFFEY

Schermata 2021-11-11 alle 16.24.38

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi